il presidente

Eravamo convinti che sarebbe durato per sempre.
Lo scintillio sui vetri dei nostri grattacieli,
di un sole che enorme plana sull'orizzonte,
tracciando scie sul mare
come una vecchia petroliera in fiamme,
sbrodolando dal disco color rame
una luce suadente,
che ricopre le cime delle palme
e sui tronchi si spegne.
La notte, risalendo dalle strade,
avvolge con un telo butterato di luci
le basi dei palazzi,
che in alto avvampano come fiammiferi,
mentre un sax roco e appiccicoso piange
e s'attacca al ricordo di uno strip tease.
E distese di spiagge tanto bianche
da ferire la vista,
assediate dal verde brillante
dei miei campi da golf,
dalle ombre dei resort;
l'oceano che conquista e si ritrae
come la bava densa del mio cane
quando srotola la lingua.
E la mia terza moglie,
su una sdraio in esposizione,
cotta dal sole in crosta dorata e croccante,
inerte come i bronzi di cartone
che m'addobbano casa;
le bocce straripanti, unte e rifatte,
strizzate nel bikini striminzito
da me acquistato tre taglie più piccolo:
non fosse per la patina appena umida
che sfumava il crepaccio invitante
tra le tette compresse,
l'avreste detta dea di silicone,
il premio più ambito:
leniva ogni mio sfrigolio.
E le cene, in salotti soffocati dallo sfarzo:
colonne d'alabastro
con capitelli dalle foglie d'oro,
candelieri in cristallo,
ogni goccia a riflettere lo sguardo,
anfore enormi, mobili intarsiati,
cornici dai motivi inestricabili,
timpani finemente cesellati;
specchi ovunque, per moltiplicare
la mia faccia paonazza
stravolta in una smorfia soddisfatta
mentre divoro il pasto:
i masseteri mossi come pistoni,
un grugnito per ogni contrazione,
le mie fauci che strappano la carne,
rossa di sangue, sprizzante sapore,
triturata dai denti e sciolta da flutti
di viscida bava;
le ossa scarnificate lanciate ai cani.

Vi odio, scienziati! Ci avete insegnato
che l'occhio vince e comanda sui sensi!
Come potevo capire la fine
se sulla retina ardeva l'immagine
del mio trionfo?
Avreste dovuto affittare
Hollywood per un giorno
e inviarmi un film zeppo di effetti speciali,
di fuoco e fiamme, maree e temporali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: